lunedì 9 aprile 2018

PRIGIONIERA DEL TEMPO - PERSONAGGI: CESARE

Oggi vi parlerò di un altro personaggio importante di Prigioniera del tempo: Cesare Borgia.
Cesare è un giovane ambizioso e spietato, abituato a far cadere ai propri piedi tutte le donne che lo circondano, senza il minimo sforzo.
Per volere del padre è stato costretto a indossare l'abito talare ed è stato nominato cardinale, ma i suoi progetti sono ben diversi: essere messo a capo dell'esercito papale e conquistare i territori adiacenti allo Stato della Chiesa.
Cesare non è mai stato innamorato, ma non appena poserà gli occhi su Elisa niente per lui sarà più lo stesso. La ragazza che viene dal futuro lo ammalierà al punto da togliergli la ragione. Per lei sarà disposto a tutto. Anche a uccidere.



In anteprima per voi la scena in cui questo personaggio compare per la prima volta nel romanzo:

   Stava ancora meditando sulle vie di fuga, quando la porta si spalancò di nuovo lasciando entrare un giovane cardinale. Dimentica delle istruzioni di Cristiano, Elisa lo guardò dritto negli occhi e arrossì. Era bellissimo. Il protagonista di Uccelli di rovo sbiadiva davanti alla prestanza fisica di quel giovane.
   Per nulla imbarazzato dal suo sguardo adorante, lui la scrutò a sua volta con palese curiosità, soffermandosi con impudicizia sulla  scollatura dell'abito. Elisa ebbe l’impressione che la fissasse con cupidigia, ma si diede immediatamente della stupida: quello era un cardinale, non un uomo qualunque. Doveva di certo aver frainteso il suo sguardo.
   «Chi siete?». Il giovane parlò con una voce profonda, il tono autoritario.
   Elisa sbatté le palpebre. «Mi chiamo Elisa. Sono attesa da Sua Santità e sto aspettando di essere ricevuta». Si morse l’interno della guancia per il nervosismo. Aveva parlato nel modo corretto? O si era espressa con troppa familiarità per quei tempi? Il dubbio la stava divorando.
   Il giovane sorrise con malizia. «Sua Santità ha tutte le fortune, vedo».
    Elisa deglutì. «E voi chi siete?», chiese prima di riflettere.
   Lui la studiò ancora per qualche istante, come per valutare se la sua domanda necessitasse di una risposta. «Sono Cesare Borgia», disse con un moto d’orgoglio nella voce. «Figlio secondogenito del Santo Padre».
   Elisa fu sul punto di svenire.
   Quello era Cesare Borgia? Le si seccò la gola all’istante e dovette inumidirsi le labbra con la lingua. Nel farlo, si accorse di aver commesso un grosso errore. Lo sguardo del giovane cardinale era divenuto più intenso, quasi pericoloso. Le fissò le labbra con una tale intensità da costringerla a retrocedere di un passo.

Vi ricordo che Prigioniera del tempo uscirà il 5 maggio, ma potete già ordinarlo a questo link: https://www.amazon.it/Prigioniera-del-tempo-Laura-Gay-ebook/dp/B07BKZ49QT

Nessun commento:

Posta un commento